La seduta odierna ha imposto una battuta d’arresto anche per Telecom Italia che, dopo due giornate consecutive in rialzo, ha visto il ritorno delle vendite.

Telecom Italia in calo dopo due rialzi di fila
Il titolo, dopo aver guadagnato ieri circa un punto percentuale, ha provato a spingersi in avanti oggi, salvo tornare subito sui suoi passi.

Negli ultimi minuti Telecom Italia si presenta a 0,3353 euro, con una flessione dell’1,32% e oltre 39 milioni di azioni passat di mano fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 88 milioni.

Telecom Italia: mandato al CEO per valorizzare asset?
Il titolo non trova alcun sostegno nell indiscrezioni di stampa, riportate in particolare da Repubblica, secondo cui il CdA di Telecom Italia, chiamato ad esaminare e approvare i dati del terzo trimestre, dovrebbe dare oggi un ampio mandato all’AD Gubitosi per riorganizzare le attività del gruppo e valutare le opzioni strategiche sui vari asset.

L’obiettivo sarebbe quello di dare maggiore visibilità alle diverse attività e far emergere il valore inespresso dalla somma delle parti, dando a Telecom Italia un ruolo di holding di partecipazioni.

L’articolo cita una review non solo sugli asset quotati, quali Inwit e TIM Brazi), ma anche sulla rete di FiberCop, i cavi di Sparkle, l’ICT di Olivetti, la cybersecurity di Telsy e il Cloud di Noovle.

Ad oggi la granularità sui risultati di queste divisioni risulta in effetti molto bassa e quindi gli analisti di Equita SIM pensano che il mercato non guardi a TIM attraverso la somma delle parti.

Una maggiore disclosure sulle attività delle partecipate, con la possibilità anche di valorizzazioni parziali come fatto per FiberCop o Inwit, potrebbe essere un catalizzatore positivo per il gruppo, a condizione che si abbia una stabilizzazione dell’EBITDA sulle attività core (target mancato per quest’anno) e del contesto competitivo, sia nel retail, che deve ancora scontare l’ingresso di Iliad nel fisso, che nel wholesale, dove ha perso supporto politico l’idea della costituzione della rete unica.
Telecom Italia: oggi la trimestrale. Le attese di Equita SIM
Intanto, con riferimento ai conti del terzo trimestre in arrivo entro stasera, gli analisti di Equita SIM prevedono dinamiche in miglioramento in termini di clienti fisso e mobile domestici.

Gli esperti stimano ricavi totali in calo del 3% per il minor contributo della vendita di equipment che nel terzo trimestre 2020 aveva beneficiato della fine dei lockdown.

Queste dinamiche sono attese portare a ricavi a -1,3% a 3,849 miliardi di euro. In attesa dei dati ufficiali, gli analisti di Equita SIM hanno tagliato le Stime 2021 dell’1% a livello di ricavi, con un impatto dell`8% sull`utile netto rettificato.

La SIM milanese mantiene una view cauta su Telecom Italia, con una raccomandazione “buy” e un prezzo obiettivo a 0,35 euro.

Telecom Italia: la preview di Deutsche Bank e Kepler Cheuvreux
A puntare sul titolo è Deutsche Bank che ha un rating “buy”, con un target price a 0,68 euro, in attesa della trimestrale, dalla quale si attendono a livello di Ebitda un trend simile a quanto visto nei tre mesi precedenti.

La banca tedesca ritiene inoltre che Telecom Italia dovrà fornire rassicurazioni al mercato sui trend dell’Ebitda per il trimestre in corso e per il prossimo anno, alla luce delle ultime indicazioni sui numeri del calcio.

Bullish anche la view di Kepler Cheuvreux che nei giorni scorsi ha reiterato l’invito ad acquistare Telecom Italia, con un fair value rivisto da 0,7 a 0,6 euro.

Il broke si aspetta che la trimestrale in arrivo oggi sarà debole e a deciso di tagliare le stime riferite al triennio 2021-2023.

Leave a comment